Uncategorised

Uncategorised (155)

FOLLE DAUTORE

 PREMIO NAZIONALE DI DRAMMATURGIA FOLLE D'AUTORE "Aldo Nicolaj"

V EDIZIONE 2019 Città di Fossano (CN)

 
 

la Commissione selezionatrice 

ha decretato i

3 lavori finalisti

(in ordine alfabetico)

LUCA MUNARETTO

La messa non è finita

MARCO MITTICA 

Il sequestro Moro

VALENTINA FANTASIA

Blu

              

Durante la cerimonia di premiazione 

DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019 ore 11 

scopriremo le aggiudicazioni del 

1° 2° e 3° posto

 

 LOGO FOLLE DARTISTA 72 dpi

      

 PREMIO NAZIONALE LOCANDINE FOLLE D'ARTISTA "Pippo Ravera"

V EDIZIONE 2019 Città di Fossano (CN)

1_Faust.jpg   1° classificato

SEBASTIANO BOSCHIERO

Faust di Goethe

Associazione Culturale Streben Teatro - Mogliano Veneto TV

 

«Solo sbagliando l'uomo si approssima alla verità» disse Dio a Mefistofele.

Nella famosa sfida tra il bene e il male raccontata da Goethe, Faust deve superare situazioni che mettono alla prova la sua esistenza, la sua morale, i suoi ideali filosofici. Questo angosciante passaggio, questo malessere spronato continuamente dal demone Mefistofele è rappresentato graficamente con un forte simbolismo: la maschera, il mantello, il fondo scuro... tuttavia la luce che illumina la maschera, il soggetto che ci guarda e la posizione dell'osservatore danno - in questa scena malinconica - un barlume di speranza come se la luce fosse proiettata dallo spettatore, quasi complice di quella salvezza che alla fine arriverà.

Trasmettere con una locandina la guerra intestina di un'anima, l'assenza di fiato di fronte alle tentazioni e l'integrità morale è sicuramente un lavoro difficilissimo che l'autore è riuscito a fare in modo egregio.

 

Grande simbolismo, impatto visivo, equilibrio grafico e potenza comunicativa.

   
 2_IL_GIOCO.jpg  2° classificato

 

PIERO SCHIRINZI

 

Il gioco 

liberamente tratto da “Le Panne” di Friedich Durrenmatt

 

Calandra – Tuglie LC

 

 

 

Schirinzi ci ha abituato a queste illustrazioni metaforiche che raccontano in una sola tavola un insieme di situazioni che, a mano a mano, vengono scoperte nello spettacolo teatrale: l’ambizione, lo scompenso, il desiderio, le bevute, le apparenze, il successo…

 

Con una raffinatissima illustrazione, la locandina racconta tutto questo, con elementi che si bilanciano tra di loro. Di grande effetto visivo il dettaglio della cravatta e le ombre sotto il piatto che, guardate nel contesto dello spettacolo, danno un importante peso simbolico alla grafica.

 

   
3_lincubo_di_Achab_-_locandina_G-01.jpg

3° classificato

PAOLO NANNI

Moby Dick – L’incubo di Achab da Moby Dick di Herman Melville

Associazione Culturale CTC Calabresi TeMa Riuniti – Macerata

 

Impossibile negare l’influenza della Gestalt (la psicologia delle percezioni), nella realizzazione di questa locandina. Una locandina che ci accompagna nella scoperta dei suoi elementi, prima la macchia bianca che diventa balena, poi il mare, la barca, il pescatore… un viaggio visivo bilanciatissimo, un percorso antiorario che parte dalla coda della balena per arrivare al titolo dello spettacolo sorprendentemente misurato a conferma che non serve esagerare con il testo per ottenere una buona leggibilità. Essenziale, ma al contempo fortemente espressiva, dalla posizione dei corpi traspare la sfida, la lotta, ma soprattutto il male, della natura e degli uomini.

 

le altre locandine che formano la rosa delle migliori 30 (IN ORDINE ALFABETICO):

 LE PRIME 30 artista 20192  LE PRIME 30 artista 20193  LE PRIME 30 artista 20194

 

 

FOLLE DAUTORE

 

 PREMIO NAZIONALE DI DRAMMATURGIA FOLLE D'AUTORE "Aldo Nicolaj"

 

V EDIZIONE 2019 Città di Fossano (CN)


1° classificato 

MARCO MITTICA   

Il sequestro Moro

Il testo ripropone un evento drammatico della storia del nostro paese creando un inaspettato parallelismo con una vicenda apparentemente minore ma non meno tragica, una vicenda solo apparentemente banale, che tutto è tranne che banale. Capovolgendo in modo mai retorico il punto di vista, riesce a coinvolgere rendendoci partecipi della dimensione umana dell'evento, avvicinandoci con parole semplici e dirette a una tragedia che vigliaccamente consideriamo fatalità.

 

2° classificato 

VALENTINA FANTASIA

Blu

Nello scintillio tanto affascinante quanto arbitrario delle lucciole ritroviamo il dolore inaccettabile della protagonista di fronte a quella vita scomparsa con la stessa rapidità con cui aveva illuminato la sua esistenza. Un testo intimista, intriso di dolcezza e malinconia, parole che seguono il filo tenue dell’affetto infinito, reso doloroso dall’improvvisa perdita. I ricordi si sovrappongono alla realtà creando uno sfasamento sdrucciolevole per il quale non c’è antidoto.

 


 

3° classificato 

LUCA MUNARETTO

La messa non è finita

Nel dialogo serrato tra i personaggi è in gioco l'esistenza della bambina. Per salvarla la chiesa diventerà, come i templi dell’antica Grecia, un territorio franco dove la legge arbitraria della politica è bandita e solo quella della vita è lecita. Traendo spunto da un fatto realmente accaduto, il testo sviluppa in maniera efficace una tematica di grande attualità, creando uno squarcio in una realtà che sembra senza uscita.


 

 

 

LOGO FOLLE DORO CURVE 72 dpi

 FOLLI ORO - PICC  Mirko Decastelli 3  

PREMIO TEATRALE NAZIONALE 

FOLLE D'ORO

"Giovanni Mellano"

XI EDIZIONE 2019 – Città di Fossano (CN)

 

 

 

 

i VINCITORI XI edizione 2019 

 

 

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta, notte e bambino

MIGLIOR SPETTACOLO

 

 

SENZA HITLER

 

di Edoardo Erba

Regia Alessandro Vanello

 

Compagnia degli Evasi - Castelnuovo Magra (SP) 

 

Motivazione

Per aver saputo affrontare un personaggio difficile e malefico come Adolf Hitler da un’angolatura inusuale e inaspettata; un testo coraggioso e acutissimo che giocando con l’ucronia procede – postmodernamente e “alla Tarantino” – ad una personale ed originalissima riscrittura della Storia.

Una precisa messa in scena curata nei minimi dettagli ed un efficace utilizzo delle luci, hanno reso perfettamente il senso di claustrofobia e di oppressione che suscita il testo. 

 

 LFR_4841_01_Large.jpg

MIGLIOR SPETTACOLO GIURIA GIOVANI

 

IL FUNERALE DI PAPA'

di Francesco Lezza

Regia Francesco Lezza e Matteo Celli

Compagnia dell'Anello – Forlì

 

Motivazione

Uno spettacolo esilarante. Con un ritmo incalzante e un collettivo omogeneo la Compagnia dell'Anello ha saputo trattare un tema difficile e controverso come la morte con ironia e con un finale di commedia con interessanti spunti di riflessione. Ottime le interpretazioni e le caratterizzazioni ed efficace la struttura scenografica. Interpreti sempre pienamente nelle parti assegnate.

 _MG_5850_Large.jpg

MIGLIOR SPETTACOLO PUBBLICO

 

I GIUSTI NEL TEMPO DEL MALE

di Svetlana Broz

Regia Diego Ciarloni

Claet - Ancona

 

 

Voto 9,186

 LFR_5084_01_Large.jpg

MIGLIOR REGIA

 

FRANCESCO LEZZA - MATTEO CELLI

 

IL FUNERALE DI PAPA'

di Francesco Lezza

 

Compagnia dell'Anello – Forlì

 

 

Motivazione

Dirigere un cast numeroso, vario, con caratterizzazioni complicate non è mai un compito semplice. I due registi non hanno lasciato nulla al caso ed hanno saputo amalgamare il tutto in modo credibile ed efficace. Hanno esaltato le peculiarità dei ruoli con un ritmo serrato e coinvolgente ed hanno saputo rendere al meglio un continuo susseguirsi di situazioni comiche ed irrituali. Ottima messa in scena delle situazioni estranee alla centralità dello spettacolo e la realizzazione delle scene collettive in cui ciascuno ha saputo caratterizzare e il proprio personaggio. 

 

L'immagine può contenere: 1 persona, persona seduta

MIGLIOR ALLESTIMENTO

BON MARIAGE

di Andrea Castelletti

regia Laura Murari e Andrea Castelletti

Teatro Impiria – Verona

 

Motivazione

Per la frizzante e ironica messa in scena che, con grande originalità, coniuga i codici del teatro leggero e il pamphlet filosofico, la critica di costume e una riflessione sui rapporti di coppia nell’età moderna, rendendo pienamente verosimile il clima dell'epoca e le sue contraddizioni. 

L'immagine può contenere: 1 persona, notte e primo piano

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
EX AEQUO

 

ANDREA CARLI 

nella parte di 

Hitler

 

SENZA HITLER

di Edoardo Erba - regia Alessandro Vanello

Compagnia degli Evasi - Castelnuovo Magra (SP)

 

Motivazione

L'attore, con intensità e una strabiliante forza interpretativa, ha dato corpo e voce ad un personaggio “difficile" e “odioso” come Adolf Hitler senza mai perdere, durante la messa in scena, alcun riferimento al poliedrico ruolo assegnatogli, pur in presenza di diversi cambi di registro attoriale. Ha reso magistralmente verosimili le molteplici sfaccettature della impegnativa parte interpretando, in modo encomiabile e senza alcun cedimento, gli stati d'animo e le caratteristiche fisiche e caratteriali del personaggio.

 

 _FEA5577.jpg  

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA
EX AEQUO

 

DANTE MELITO

nella parte di 

Attilio

 

STRAVAGANZA

di Dacia Maraini - regia Angela Penna

Quarta Parete - Barasso (VA)

Motivazione

Un’ottima prova d’attore,essenziale nella sua peculiarità. Un ruolo delicato e complesso messo in scena con un’interpretazione di grande sensibilità artistica.Dante Melito ha saputo mantenere con forza e lucidità le caratteristiche di Attilio durante tutta la messa in scena, senza sbavature e senza incertezze sia nell’ottima e difficoltosa esposizione vocale sia nella difficile ed impegnativa controscena.

 L'immagine può contenere: 1 persona, cappello e spazio al chiuso

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA

 

CHIARA RIGO 

nella parte di  

Vigée

 

 

BON MARIAGE

di Andrea Castelletti

regia Laura Murari e Andrea Castelletti

Teatro Impiria – Verona

 

Motivazione

Una prorompente vivacità espressiva e gestuale ed un’efficace presenza in scena hanno consentito all’attrice di rappresentare l’ambiguità del personaggio (apparentemente semplice) in modo assolutamente credibile evidenziandone ed esaltandone l’astuzia, la determinazione e la falsità. Una mademoiselle verosimile e perfettamente calata nel ruolo. 

 LFR_4806_01_Large.jpg

MIGLIOR ATTORE N.P.

LUCIANO BALDAN 

nella parte di  

Simon


IL FUNERALE DI PAPA'

di Francesco Lezza – Regia Francesco Lezza e Matteo Celli

Compagnia dell'Anello – Forlì

 

Motivazione

Una caratterizzazione che avrebbe potuto cadere nell’ovvio e nel banale con i classici stereotipi del ruolo “sopra le righe”. Luciano Baldan con efficace disinvoltura e maestria vocale, attraverso una sorprendente presenza scenica e una naturale verve comica, ha saputo catturare l’attenzione e suscitare le risate del pubblico. 

 LFR_4755_01_RID.jpg

MIGLIOR ATTRICE N.P.

LICIA PINI 

nella parte di  

Mary Ann


IL FUNERALE DI PAPA'

di Francesco Lezza – Regia Francesco Lezza e Matteo Celli

Compagnia dell'Anello – Forlì

 

Motivazione

Un ruolo complesso, solo apparentemente secondario nella struttura del testo, reso in modo splendido dall’attrice sia nelle parti recitative sia nel controscena nei cui silenzi è stata capace di rappresentare il personaggio con maestria espressiva e gestuale. Sensualità, ira, delusione, euforia sapientemente dosate con indubbia bravura.

 _FEA5594.jpg

PREMIO U.I.L.T. PIEMONTE

STRAVAGANZA

di Dacia Maraini - regia Angela Penna

Quarta Parete - Barasso (VA)

 

Motivazione

Un tuffo negli anni 70. Mentre i giorni dei “normali” si susseguivano nel panorama delle vite standard, gli “stravaganti”, i deviatori delle norme sociali, venivano allontanati dalle loro famiglie, isolati, torturati e ridotti a larve umane da una psichiatria sorda e impietosa.

Un premio all’ interpretazione di questa parte della nostra storia, dei vergognosi segreti di famiglia, delle caverne dell’essere. Per aver saputo incarnare il testo mirabile di Dacia Maraini, restituendo pensieri e parole agli scomodi protagonisti.

Suoni, posture e voci, siparietti, luci e ombre: una sapiente ambientazione dei fatti, invitano lo spettatore a conoscerli e a riflettere sulla pazzia e sulla vera libertà.

 

 DSC_0086_01_Custom.jpg

MENZIONE  SPECIALE 

 

 

I GIUSTI NEL TEMPO DEL MALE

di Svetlana Broz - regia Diego Ciarloni

Claet - Ancona

Motivazione

Per aver narrato con coraggio e determinazione, storie di guerra troppo in fretta dimenticate, esplorando situazioni estreme, responsabilità e contraddizioni dei comportamenti umani; il tutto con una produzione teatrale di qualità.

 _FEA5847.jpg

 

MENZIONE  SPECIALE 

 

 

STRAVAGANZA

di Dacia Maraini - regia Angela Penna

Quarta Parete - Barasso (VA)

Motivazione: Per aver portato in scena con coraggio e sensibilità un tema di forte impatto sociale, dai molteplici risvolti umani e relazionali; presentando anche alle nuove generazioni, con uno spettacolo di alta qualità, circostanze e conseguenze di un importante riforma del secolo scorso.

 

 MIGLIOR_SCATTO_2019_rid.jpg

PREMIO HAR MIGLIORE FOTOGRAFIA 

STRAVAGANZA

di Dacia Maraini - regia Angela Penna

Quarta Parete - Barasso (VA)

scatto di Sergio Fea

 

Motivazione: La fotografia viene premiata per la tecnica fotografica ovvero l’inquadratura, la messa a fuoco ed il contrasto, per il superamento della difficoltà dovute alle luci di scena in una ripresa dal vivo. La rappresentatività dell’immagine, nell’ambito del testo rappresentato dalla Compagnia teatrale, coglie in pieno l’intensità della narrazione con sguardi, gesti, luci ed ombre e rende pienamente la situazione di drammaticità e di angoscia proposta dallo spettacolo.

 

 

 

 LOGO FOLLE DARTISTA 72 dpi

PREMIO NAZIONALE LOCANDINE FOLLE D'ARTISTA "Pippo Ravera"

V EDIZIONE 2019 Città di Fossano (CN)

LE PRIME 30 artista 2019 1

 

Le tre finaliste 

(IN ORDINE CASUALE):

Durante la cerimonia di premiazione DOMENICA 10 NOVEMBRE 2019 ore 11

scopriremo le aggiudicazioni del 1° 2° e 3° posto

     

le altre locandine che formano la rosa delle migliori 30 (IN ORDINE ALFABETICO):

     
 LE PRIME 30 artista 20192  LE PRIME 30 artista 20193  LE PRIME 30 artista 20194

ELENCO IN ORDINE ALFABETICO

 

titolo Autore testo Compagnia Città
7 Minuti Stefano Massini Lo scrigno Vicenza
Ancora sei ore Davide Stefanato Amici del teatro di Pianiga Pianiga - VE
Bassa Marea Roberto Russo Collettivo Acca Pagani
Ben Hur Gianni Clementi La Moscheta Colognola Ai Colli
Deriva Andrea Bruni Kultoroses  Prato
Dorian Gray Oscar Wilde Nuovo QUEM Quintelemento Cremona
Faust Goethe Ass. Culturale Streben Teatro Mogliano Veneto
Frankestin - Si può fare! Enrico Vantini Verona musicals Verona
Fratelli e sorelle Andrea Visibelli Gruppo teatrale Gianni Corradini Villazzano TN
From Medea Grazia Verasani Arte Povera Magliano Veneto
Frottole mondiali Alessio Periotto Compagnia di Lizzana Rovereto TN
Il barbiere di Siviglia Roland - Zamengo Teatroimmagine Salzano 
Il berretto a sonagli Luigi Pirandello Opora Falconara M.ma - AN
Il gioco L. Rizzo Calandra Tuglie
Il gioco delle parti Francesco Boschiero Arte Povera Magliano Veneto
Jekill & Hyde Robert Luis Stevenson Nuovo QUEM Quintelemento Cremona
L’albero di Elisa Tatiana Alescio Trinaura Siracusa
L’uomo della Mancha Matteo Gorgoglione La bottega degli specchi San Maurizio d’Opaglio
La colpa è del giardino Edward Albee I pinguini Firenze
La Gabbia Stefano Massini Gli amici di Jachy Genova
La guerra delle tre melarance Farlo Gozzi - Ennio Flamano Le schegge Somma Lombardo
La signorina Papillon Stefano Benni Stabile del Leonardo Treviso
La strana storia di Dr. Jekyll e Mr. Hide Roland - Zamengo Teatroimmagine Salzano 
Moby Dick - L’incubo di Achab Herman Melville Ass. Culturale CTR - Calabresi TeMa Riuniti Macerata
Non siamo in pericolo Luca Ramella In scena Veritas Pavia
Pagamento alla consegna Michael Cooney Amici del teatro di Pianiga Pianiga - VE
Profondità non espresse Lucio Cucinotta La compagnia in valigia Palermo
Senza Hitler Edoardo Erba Compagnia degli Evasi Castelnuovo Magra
Stupidi N. Simon Skiud Cerignola
Una ragazza arrivò  Dino Buzzati La bottega degli specchi San Maurizio d’Opaglio

LOGO FOLLE DARGENTO 72 dpi

PREMIO TEATRALE NAZIONALE FOLLE D’ARGENTO - Comune di Genola CN

VI edizione 2020

 

EDIZIONE SPECIALE dedicata al drammaturgo

ALDO NICOLAJ

in occasione del 100° anniversario dalla sua nascita

 

il BANDO

 

oltre la striscia LOCANDINA neutra

 
     SCHEDA SPETTACOLO          
OLTRE LA STRISCIA
di Fabio Pisano
regia: 
PINUCCIO BELLONE 
  DOWNLOAD  
 
LA LOCANDINA: SCARICA 
   con  
STEFANO SANDRONI - Rinan
LORENZO RAVERA - Akram

 

 Impianto scenotecnico 

CRISTINA VIGLIETTA

GIANFRANCO SAROTTO

 

 

 Assistente alla regia 

TERRY DELLA MONICA

 

 Link dello spettacolo

 

https://m.youtube.com/watch?v=xcNS6Y0h59g&feature=youtu.be

 

NOTE DI REGIA

“Sei colpevole soltanto d'essere innocente”, leggendo il testo di Fabio Pisano mi ha molto colpito questa frase. Cosa vuol dire essere colpevole d'innocenza? Vuol forse dire che l'unica colpa che hanno i due personaggi è quella di non avere colpe? Di essere semplici strumenti, a volte offensivi, di un qualcosa che loro non hanno potuto decidere e sul quale non sono riusciti ad intervenire? La storia, purtroppo, soprattutto quella recente, è piena di colpevoli d'innocenza, persone che, loro malgrado, non sono riuscite a star fuori dagli eventi o a rientrare perché andati “oltre la striscia”.

Preparare questo spettacolo con Stefano e Lorenzo è stato un privilegio per la loro bravura, la loro dedizione e la volontà con la quale hanno voluto prima capire e poi agire per rendere efficaci le figure dei due personaggi.

Gli effetti sonori che avrete modo di udire sono i veri e propri “rumori” dell'intifada quelli che, quasi quotidianamente, hanno modo di udire le persone che vivono “nella striscia” e che cercano un modo qualunque per uscirne, per andare “oltre” anche se sanno perfettamente che, una volta usciti, non sarà facile rientrare … perché “la striscia” è dentro ognuno di noi ed una volta subite le scelte fatte da altri non si può tornare indietro.

 

NOTE DELL'AUTORE

Akram e Rinan, due uomini. Akram è un medico rimasto in Palestina per poter curare la propria gente. Rinan, invece, sperando in una vita migliore, abbandona giovanissimo la sua terra d'origine per andare oltre la striscia di Gaza e raggiungere Israele.

Akram e Rinan, entrambi alla resa dei conti, rappresentano la verità e la paura, concetti così prossimi che possono addirittura fondersi e sovvertire ogni ordine.

“Oltre la striscia” è una guerra nella guerra, nella guerra.I due personaggi diventano man mano al contempo sequestrati e sequestratori, vittime e carnefici di scelte obbligate, in guerre obbligate.

Un percorso lungo un confronto nel quale entrambi saranno colpevoli e che li porterà a raggiungere la consapevolezza che… una volta finiti “Oltre la Striscia”, non si può più tornare indietro.

 

 

 

 

 

la locandina:

FOLLE_DORO_19_bassa.jpg

il calendario: 

calendario_eventi.jpg

 

 

il pieghevole (vedi link download riportato a fondo pagina):

pieghevole 420x150 422x152 esterno

pieghevole 420x150 422x152 interno

 

il libretto (vedi link download riportato a fondo pagina):

copertina.jpg

 

 

logo_folle_EUROPA_usare_rid.jpg

FESTIVAL FOLLE D'EUROPA "MIGRAZIONI"

I EDIZIONE 2019 – Città di Fossano (CN) 

 Migrazioni 2019 Locandina ok DEF curve

LOCANDINA:

clicca-qui-rosso 

IL LIBRETTO: 

clicca-qui-rosso

PAGINA DEDICATA:

clicca-qui-rosso

PROGETTO: 

clicca-qui-rosso

LO STAGE: 

clicca-qui-rosso

DOMANDA: 

clicca-qui-rosso

 
 GRAZIE_OK_usare.jpg  

 

Bando FOLLE D'ORO IX edizione 2017
 

FOLLE SI FA IN 4 ok

il FOLLE SI FA IN 4 folle oro

Scarica il BANDO del nostro

PREMIO TEATRALE NAZIONALE "FOLLE D'ORO"

Giovanni Mellano

Città di Fossano (CN) 

XI EDIZIONE 2019

clicca-qui-rosso

Pagina 1 di 12