Uncategorised

Uncategorised (140)

STATUTO  -   Associazione culturale “La Corte dei Folli“

 

Articolo 1

E’ costituita, con durata illimitata, l’Associazione culturale denominata “La Corte dei Folli” con sede in Fossano, Via Sarmatoria n.c. 12, fino a nuova delibera dell’Assemblea.

L’Associazione è costituita dalle persone fisiche ad essa affiliate, non ha scopo di lucro, è apartitica ed aconfessionale.

Articolo 2

L’Associazione ha lo scopo di stimolare e sostenere la crescita morale, spirituale, culturale e sociale dell’uomo attraverso ogni espressione di spettacolo realizzato con carattere di amatorialità. E ancora di promuovere la diffusione dell’arte, della cultura e dello spettacolo, anche teatrale in ogni sua forma e con ogni mezzo legalmente consentito.

L’Associazione, allo scopo di meglio raggiungere i suoi fini, può affiliarsi, convenzionarsi o collaborare con tutte le realtà nazionali od estere che perseguono gli stessi fini.

Per tutte questa attività l’Associazione adotterà tutti i mezzi necessari e tutte le necessarie opzioni per agire nel rispetto della normativa vigente e dello Statuto.

Articolo 3

L’Associazione non ha scopo di lucro e si finanzia con: le quote associative annuali fissate, di anno in anno, dall’Assemblea dei Soci; eventuali contributi erogati da Enti pubblici e/o privati; eventuali erogazioni, donazioni, lasciti da parte di persone fisiche e/o giuridiche; i proventi di gestione; ogni altro provento comunque conseguito.

Articolo 4

Sono Organi dell’Associazione: l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente, il Collegio dei Probiviri.

Articolo 5

Al fine di garantire uniformità del rapporto e delle modalità associative è vietata la partecipazione temporanea all’Associazione ed hanno qualifica di Soci coloro che verranno tesserati dall’Associazione e che verseranno la quota associativa.

I Soci si dividono in:

  • Soci Fondatori: sono coloro che hanno partecipato alla costituzione della Associazione. La qualifica di Socio fondatore è intrasmissibile.
  • Soci Ordinari: sono coloro che hanno domandato di far parte dell’Associazione successivamente alla costituzione della stessa e la cui domanda è stata accettata dal Consiglio Direttivo.

La quota e il contributo associativo sono intrasmissibili (ad eccezione dei trasferimenti a causa morte) e non sono soggetti a rivalutazioni.

L’ammissione dei Soci è deliberata dal Consiglio direttivo su domanda degli interessati.

I Soci hanno diritto a ricevere, all’atto dell’ammissione, la tessera sociale di validità annuale, di usufruire delle strutture, dei servizi, delle attività, delle prestazioni e delle previdenze attuate dall’Associazione, nonché di intervenire con diritto di voto all’Assemblea.

I Soci hanno altresì il dovere di prestare la propria attività anche per le opere associative collaterali quali: servizi di palcoscenico, trasporti, servizi di carico e scarico, allestimenti e quant’altro reso necessario allo svolgimento delle iniziative associative.

I Soci sono tenuti al pagamento della quota annuale di associazione, stabilita dall’Assemblea, all’osservanza dello Statuto e delle deliberazioni prese dagli Organi Sociali ed al pagamento di quote straordinarie ad integrazione del fondo sociale.

Gli associati che si rendano morosi o che non rinnovino, entro la data stabilita dall’Assemblea, la loro quota associativa, perdono il diritto all’elettorato attivo e passivo e quello di ottenere i servizi dell’Associazione.

La qualifica di Socio si perde per: morte, recesso, esclusione.

L’Assemblea, su parere del Consiglio Direttivo (a maggioranza dei suoi membri), può disporre l’estromissione dei Soci per i seguenti motivi: quando non ottemperino alle disposizioni del presente Statuto, ai regolamenti interni o alle deliberazioni prese dagli organi sociali; quando si rendano morosi del pagamento della quota associativa secondo le modalità ed i termini stabiliti dal Consiglio direttivo senza giustificato motivo; quando non partecipino attivamente, senza giustificato motivo per un periodo superiore a mesi tre, all’attività dell’Associazione o quando, in qualunque modo, arrechino danni morali o materiali all’Associazione stessa.

In ogni caso prima di avviare la procedura di esclusione devono essere contestati per iscritto al Socio gli addebiti che gli sono mossi, consentendogli un ragionevole termine per far valere la facoltà di replica. Il Socio escluso può presentare ricorso entro trenta giorni dalla data del provvedimento di esclusione. Tale ricorso, se inoltrato, sarà valutato dal Collegio dei Probiviri.

Il Socio al momento della cessazione del rapporto associativo non ha diritto ad alcun rimborso.

Articolo 6

L’Assemblea rappresenta la totalità dei Soci e le sue deliberazioni sono vincolanti per tutti gli Associati, anche se dissenzienti.

All’Assemblea possono partecipare tutti i Soci che alla data di convocazione risultino in regola con il pagamento della quota associativa. All’Assemblea possono partecipare anche i Soci minorenni che esprimono unicamente parere consultivo.

Tutti i Soci maggiorenni hanno diritto di voto per l’approvazione e le modifiche di Statuto e regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell’Associazione.

Il diritto di voto non può essere escluso o limitato.

L’Assemblea è convocata in via ordinaria dal Presidente almeno una volta all’anno per l’approvazione delle linee generali del programma di attività, per deliberare su tutte le questioni attinenti alla vita associativa. Il Bilancio preventivo e consuntivo (relativo all’esercizio che va dall’1 gennaio al 31 dicembre) deve essere approvato ogni anno entro il mese di Aprile. Esso deve essere depositato presso la sede dell’Associazione entro i 15 giorni precedenti la seduta per poter essere consultato da ogni Associato.

L’Assemblea è convocata in via straordinaria dal Presidente del Consiglio direttivo ogniqualvolta egli lo ritenga opportuno o quando ne faccia richiesta scritta e motivata un quinto dei Soci, oppure la richieda, con apposita deliberazione, la maggioranza del Consiglio direttivo.

La comunicazione della convocazione deve essere effettuata con avviso scritto affisso nei locali dell’Associazione stessa almeno sette giorni dalla data fissata per la riunione o con comunicazione scritta recapitata, tramite corrispondenza ordinaria o tramite posta elettronica, sette giorni prima della riunione, ai Soci; gli avvisi di convocazione devono elencare gli argomenti all’ordine del giorno, il luogo, la data e l’ora della riunione per la prima e la seconda convocazione. La presenza in Assemblea del Socio, non invitato secondo le formalità di cui al presente comma, sana il vizio.

L’Assemblea è presieduta da un Presidente nominato a maggioranza semplice tra i Soci presenti, il quale, a sua volta, nomina un segretario verbalizzante.

Le riunioni dell’Assemblea sono valide in prima convocazione quando sia presente la maggioranza assoluta dei Soci e, in seconda convocazione, da tenersi almeno un’ora dopo, qualunque sia il numero dei Soci presenti.

Ogni Socio maggiorenne ha diritto ad un voto, qualunque sia il valore della quota.

Le votazioni avvengono sempre sulla base del principio del voto singolo di cui all’articolo 2532, secondo comma del Codice Civile. E’ ammessa delega e le votazioni avvengono in modo palese, tranne per gli argomenti per i quali, almeno un quarto dei presenti, richieda la procedura del voto segreto.

Le decisioni dell’Assemblea sono assunte a maggioranza dei Soci presenti salvo i seguenti casi

  • per le modifiche dello Statuto è necessario che siano presenti almeno la metà più uno dei Soci; l’Assemblea delibera con la maggioranza dei Soci presenti.
  • per lo scioglimento anticipato dell’Associazione e la devoluzione del patrimonio residuo, fatte salve le norme di Legge, è necessaria la presenza di almeno tre quarti dei Soci e la decisione di scioglimento è valida solo se approvata da almeno tre quarti dei presenti.

E’ compito dell’Assemblea dei Soci:

  • approvare le linee generali del programma di attività per l’anno sociale;
  • deliberare sul bilancio consuntivo dell’anno trascorso e preventivo di quello in corso;
  • deliberare sullo scioglimento dell’Associazione;
  • deliberare sulle modifiche allo Statuto;
  • deliberare sulla esclusione dei Soci;
  • determinare l’ammontare della quota associativa e la modalità di versamento;
  • eleggere il Collegio dei Probiviri;
  • eleggere, tra i propri Soci, i membri del Consiglio Direttivo, che resteranno in carica per due anni.
  • eleggere, tra i componenti del consiglio direttivo, il Presidente dell’Associazione.

Le delibere assembleari, oltre ad essere debitamente trascritte nel libro dei verbali delle Assemblee dei Soci, rimangono affisse nei locali dell’Associazione durante i dieci giorni che seguono l’assemblea.

Gli associati che si rendano morosi o che non rinnovino, entro la data di cui al comma precedente, la loro quota associativa, perdono il diritto all’elettorato attivo e passivo e quello di ottenere i servizi dell’Associazione.

Articolo 7

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione è composto da: Presidente, Vice Presidente, Segretario/Tesoriere, Direttore Artistico, Consiglieri (in numero minimo di tre e massimo di sette).

I membri del Consiglio direttivo sono eletti dall’Assemblea tra i propri Soci e restano in carica per due anni, salvo revoca per giusta causa, da intendersi come inadempimento dei doveri di correttezza che si impongono all’organo amministrativo.

I membri del Consiglio direttivo sono rieleggibili e provvedono alla nomina del Segretario/Tesoriere, del Vice Presidente e del Direttore artistico.

Il Consiglio direttivo, che si riunisce ogniqualvolta il Presidente o la maggioranza dei propri componenti lo ritenga necessario, è presieduto dal Presidente o, in sua assenza, dal Vice Presidente o da altro Consigliere nominato dal Consiglio stesso.

Le riunioni sono valide se è presente la maggioranza dei componenti e le deliberazioni si adottano a maggioranza semplice.

E’ compito del Consiglio direttivo:

  • attuare le deliberazioni dell’Assemblea;
  • redigere i programmi di attività sociale previsti dallo Statuto sulla base delle linee approvate dall’Assemblea;
  • redigere i bilanci da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea;
  • decidere circa la stipula di tutti i contratti di ogni genere inerenti l’attività sociale;
  • deliberare circa l’ammissione dei nuovi Soci;
  • formulare i regolamenti per il buon funzionamento dell’Assemblea;
  • decidere circa l’assunzione o l’ingaggio di artisti, tecnici professionisti, consulenti, impiegati e dipendenti, determinandone il compenso o la retribuzione;
  • assegnare ad alcuni Soci compiti o funzioni particolari utili allo svolgimento dell’attività associativa;
  • svolgere tutte le altre attività necessarie e funzionali alla gestione sociale.

Articolo 8

La firma e la rappresentanza di fronte ai terzi ed in giudizio spetta al Presidente del Consiglio direttivo o al Vice Presidente, la cui firma costituisce per i terzi conferma dell’assenza o dell’impedimento del Presidente.

Il Presidente del Consiglio direttivo, su delibera dello stesso, può conferire procure o specifiche deleghe, per il compimento di atti o di categorie di atti.

Il Presidente ed in sua assenza il Vice Presidente hanno il compito di:

  • convocare l’Assemblea;
  • convocare e presiedere il Consiglio direttivo;
  • firmare tutti gli atti relativi all’attività dell’Associazione, sia per l’ordinaria che per la straordinaria amministrazione della stessa, con firma disgiunta;
  • sovrintendere alla gestione economica ed amministrativa dell’Associazione verificando la regolare tenuta della contabilità, dei registri contabili, del Registro dei Verbali dell’Assemblea, del Registro dei Verbali del Consiglio direttivo, del Libro dei Soci.

Articolo 9

Il Segretario/Tesoriere ha il compito di:

  • provvedere a riscuotere le varie entrate ed a pagare le varie spese annotandole sugli appositi registri contabili;
  • verbalizzare le sedute del Consiglio direttivo e dell’Assemblea dei Soci sull’apposito libro verbali;
  • tenere ed aggiornare il libro Soci;
  • redigere l’inventario delle attrezzature teatrali e di quanto costituisca il patrimonio dell’Associazione, su indicazione di un responsabile designato dal Consiglio Direttivo.

Articolo 10

Il Direttore artistico ha il compito di:

  • provvedere alla conduzione delle rappresentazioni teatrali;
  • sottoporre al Consiglio direttivo la scelta delle iniziative teatrali da svolgere in aderenza con l’indirizzo approvato dall’Assemblea;
  • agire in piena autonomia artistica nell’assegnazione dei compiti da svolgere nell’allestimento delle varie rappresentazioni teatrali e degli altri eventi organizzati dall’Associazione.

Articolo 11

Il Collegio dei Probiviri è composto da tre membri nominati dall’Assemblea.

Il Collegio ha il compito di dirimere le controversie tra gli aderenti, tra questi e l’Associazione o i suoi organi, tra i membri dei vari organi e tra diversi organi. Il Collegio esprime inoltre parere circa l’esclusione dei Soci.

Il Collegio giudica secondo equità e giustizia senza formalità di procedure.

Articolo 12

Il fondo patrimoniale dell’Associazione è costituito essenzialmente dalle quote dei Soci, da eventuali contributi pubblici o privati e da attrezzature teatrali e da ogni altro bene necessario al raggiungimento dello scopo sociale. Le somme versate per il tesseramento sociale e per le quote annuali di adesione non sono rimborsabili in nessun caso e sono altresì intrasmissibili.

E’ vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve, o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

Articolo 13

Lo scioglimento dell’Associazione è determinato dall’Assemblea dei Soci; è necessaria la presenza di almeno tre quarti dei Soci e la decisione di scioglimento è valida solo se approvata da almeno tre quarti dei presenti.

In caso di scioglimento l’Assemblea provvede alla nomina di uno o più liquidatori, anche non Soci, determinandone gli eventuali compensi.

Il patrimonio residuo che risulterà dalla liquidazione è devoluto ad altra associazione con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità conformi ai fini istituzionali dell’Associazione, sentito l’organismo di controllo di cui all’art 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996 n 662 e salvo diversa destinazione imposta dalla Legge.

Articolo 14

Per quanto non previsto dal presente Statuto e dall’Atto costitutivo, si rimanda alle norme di Legge vigenti in materia.

il FOLLE SI FA IN 4 folle artista

 

Scarica il BANDO del 

 

clicca-qui-rosso

            

Concorso Nazionale “FOLLE D’ARTISTA” Premio Pippo Ravera

Migliore locandina

IV edizione 2018 - Città di Fossano (CN)

L’Associazione Teatrale "LA CORTE DEI FOLLI" indice ed organizza il Concorso Nazionale “FOLLE D’ARTISTA” Premio Pippo Ravera IV edizione 2018 – Città di Fossano (CN).

L’iniziativa nasce dalla volontà di dare un giusto e doveroso riconoscimento alle Compagnie amatoriali presenti sul territorio nazionale che confezionano le locandine per pubblicizzare i propri spettacoli, oltre che per ricordare la figura dell’artista e pittore fossanese Pippo Ravera.

Il concorso è finalizzato all’allestimento di una mostra delle migliori 30 locandine tra le iscritte al concorso e alla premiazione delle migliori 3.

REGOLAMENTO

Art. 1La partecipazione al concorso è gratuita.


Art. 2Il concorso è riservato alle Compagnie teatrali amatoriali regolarmente iscritte nel 2018 ad una delle Federazioni Teatrali presenti sul territorio nazionale (U.I.L.T. - F.I.T.A. - T.A.I. ed altre).


Art. 3Potranno essere presentate in concorso MAX 2 locandine relative a spettacoli messi in scena dalla propria Compagnia, ne verrà scelta una sola da sottoporre al giudizio della Giuria.


Art. 4I file delle locandine in formato jpg o pdf (alta risoluzione) e la scheda allegata compilata e sottoscritta, devono essere inviati esclusivamente via e-mail entro il 30 settembre 2018 a entrambi i seguenti indirizzi di posta elettronica:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. (farà fede la data e l'ora di ricezione della e-mail). I dati personali relativi ai partecipanti saranno utilizzati unicamente ai fini del concorso. Con l’invio della locandina e la partecipazione al concorso si autorizza l’eventuale pubblicazione degli elaborati in apposita sezione sul sito www.lacortedeifolli.org

Art. 5 – La Giuria, a suo insindacabile giudizio, indicherà entro il 15 ottobre 2018 le 30 migliori locandinetra le pervenute, tra le quali verranno scelte le3 finaliste. Le 30 Compagnie prescelte saranno invitate ad inviare una copia in originale della locandina stessa, che servirà per l’allestimento della mostra predisposta in occasione della Premiazione, prevista per l’11 novembre 2018, che si svolgerà durante la cerimonia di Premiazione del Premio Teatrale “Folle d’Oro” Giovanni Mellano X edizione 2018 e Premio Drammaturgia “Folle d’Artista” Aldo Nicolaj IV edizione – Città di Fossano (CN).

I PREMI:

1° classificato TARGA - 2° classificato: TARGA - 3° classificato: TARGA

Le valutazioni di merito saranno espresse dalla Giuria all'uopo costituita che sarà formata da Grafici pubblicitari, Giornalisti, Pittori, Promoter teatrali, esperti di Comunicazione, Attori e Registi.

 

Segreteria:                  

“LA CORTE DEI FOLLI” c/o VIGLIETTA CRISTINA Via Torino, 55 - 12045 FOSSANO (CN)

tel. 335 7540528 - 347 3029518               e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

               

 PIPPO RAVERA (1923-2003)

pippo ravera 72 dpi

 

Fossanese entusiasta della vita, eclettico pittore autodidatta, fondò il "Gruppo dei 9 pittori fossanesi" negli anni settanta.

Espose le sue opere in Italia e all'estero.

Promotore del gemellaggio, soprattutto artistico, tra Fossano e Camponogara (VE).

Partigiano e poi, in tempo di pace, ricordato per la grande varietà di interessi che lo portarono ad essere protagonista nella vita cittadina.

Questo Premio è dedicato a lui.

                                                                                                          LA CORTE DEI FOLLI

Bando FOLLE D'ORO IX edizione 2017
 

FOLLE SI FA IN 4 ok

il FOLLE SI FA IN 4 folle oro

Scarica il BANDO del nostro

PREMIO TEATRALE NAZIONALE "FOLLE D'ORO"

Giovanni Mellano

Città di Fossano (CN) 

X EDIZIONE 2018

clicca-qui-rosso

Bando FOLLE D'ORO IX edizione 2017
 

FOLLE SI FA IN 4 ok

il FOLLE SI FA IN 4 folle oro

Scarica il BANDO del nostro

PREMIO TEATRALE NAZIONALE "FOLLE D'ORO"

Giovanni Mellano

Città di Fossano (CN) 

X EDIZIONE 2018

clicca-qui-rosso

 

LA MORRA locandina 2016 giallo

Rassegna di teatro

I edizione 2016

Comune di La Morra – CN

VENITE A TROVARCI

...A TEATRO

 

Salone Polifunzionale

Piazza Vittorio Emanuele II  LA MORRA

Serate a favore del progetto

"VENIAMO A TROVARVI"

a sostegno della domiciliarità per gli anziani

INGRESSO LIBERO

con raccolta di offerte

LA MORRA locandina 2018 BASSA renamed 5015

Rassegna di teatro

II edizione 2018

Comune di La Morra – CN

VENITE A TROVARCI

...A TEATRO

martedì 6 FEBBRAIO 2018 ore 21

TUT PER ‘NA LASTRA ED GIASSA

di Lino Grasso e Pinuccio Bellone

Regia Pinuccio Bellone

Compagnia LA CORTE DEI FOLLI di Fossano

 

Venerdì 9 FEBBRAIO 2018 ore 21

EFFETTI COLLATERALI

di Alessandro Martorelli

Regia Patrizia Sugliano

Compagnia COINCIDENZE di Alba

 

Martedì 13 FEBBRAIO 2018 ore 21

LA STANZA DI VERONICA

di Ira Levin

Regia Cristina Viglietta e Pinuccio Bellone

Compagnia LA CORTE DEI FOLLI di Fossano

 

Salone Polifunzionale

Piazza Vittorio Emanuele II  LA MORRA

Serate a favore del progetto

"VENIAMO A TROVARVI"

a sostegno della domiciliarità per gli anziani

INGRESSO LIBERO

con raccolta di offerte

 

LOGO_FOLLE_DARGENTO_in_rosa.jpg

PREMIO TEATRALE NAZIONALE FOLLE D’ARGENTO - Comune di Genola CN

IV edizione 2018 "in rosa" in ricordo di MARINA MORRA

PREMIAZIONE.jpg

 

 

 

PREMIO MIGLIOR SPETTACOLO

FOLLE D’ARGENTO 2018

 

Spettacolo 

SCUFUTE ROSSE VA ALLA GUERRA   

Compagnia TEATRO ESTRAGONE

 

 

28947634_1798529367120416_260535249617454704_o.jpg 

 

Motivazione 

Per la semplicità e l'originalità di un racconto delicato e poetico. Per la forza evocativa suscitata con un mix sapiente di narrazione, allestimento e prova attoriale. Per aver coniugato perfettamente dramma e poesia, favola e cronaca storica. Uno spettacolo sapientemente costruito capace di catturare i cuori.

 

 

 

 

PREMIO GIURIA GIOVANI UNDER 25

 

Spettacolo 

SCUFUTE ROSSE VA ALLA GUERRA   

Compagnia TEATRO ESTRAGONE

 

 

 

NORINA_2.jpg 

 

Motivazione

 

La giuria dei giovani si è fatta guidare dall'emozione.

Abbiamo deciso di premiare la capacità di mantenere accesa la curiosità, dettata da un copione accattivante, delicato nel descrivere crudeltà e sofferenza non solo con scene toccanti e profonde, ma soprattutto grazie a parti leggere, in grado di spezzare il tutto  con una risata spontanea.

Norina ha retto e colmato da sola, in modo efficace, 90 minuti di spettacolo, immersa in una scenografia umile, spronandoci ad ascoltare il suo racconto e ad interessarci ai suoi movimenti, capaci di colmare il palco con uno straordinario allestimento, oltre ai nostri cuori.

 

 

La giuria dei giovani ha apprezzato enormeme

nte ogni spettacolo di questa IV edizione del Folle d’Argento.  Ci siamo confrontati e scoperti d’accordo sui punti di forza di ogni serata ed ogni compagnia.

De La Gabbia abbiamo stimato la capacità di rappresentare molti pensieri in modo conciso e diretto, raggiungendo la nostra anima con il coinvolgente filo conduttore del confronto e scontro madre-figlia.

Guilty colpevoli ci ha fatto tornare a casa con la testa ancora qui, in teatro, grazie ad un finale di effetto che ci ha piacevolmente stupito, e ad una scenografia che colmava gli occhi e ci ha efficacemente immerso in quello spazio-tempo così difficile da rendere.

Di “Scufute Rosse va alla guerra” non dimenticheremo mai Norina burattinaia con i mestoli che ci parlavano, Norina in volo, Norina che costruisce una bandiera davanti ai nostri occhi in gesti studiati e Norina che, da sola, che ci tiene sull’attenti con le sue mille voci e la sua storia.

Le attrici di Questa immensa notte sono state fantastiche: ci hanno fatto piangere, ridere di gusto e commuovere, regalandoci emozioni vere così distanti in un tempo così ristretto, con una recitazione che andava oltre alla finzione e ci regalava dei personaggi reali cui affezionarsi.

 

 

PREMIO PUBBLICO

 

Spettacolo 

SCUFUTE ROSSE VA ALLA GUERRA   

Compagnia TEATRO ESTRAGONE

 

 

Voto 9,79

 

NORINA_BANDIERA.jpg
 

 

PREMIO HAR

MIGLIOR RESA FOTOGRAFICA

 

Spettacolo 

GUILTY. COLPEVOLI

Compagnia ROOTS 

 

Scatto fotografico di

MONICA BARBERO

 

 

DSC_9598.jpg

Motivazione

Il disegno luci e la scenografia, coordinati e coerenti, permettono alla bravura del fotografo, nell'atmosfera notturna e poco facile dal punto di vista della “fotografabilità”, di cogliere il sincrono perfetto dei profili delle attrici dietro l'etereo velario e restituirlo in una rappresentazione quasi pittorica, nodo visivo ed emozionale cruciale in cui si intrecciano le storie delle protagoniste.

 

 

 

 

PREMIO MIGLIORE ATTRICE

ex aequo

NORINA BENEDETTI

Spettacolo 

SCUFUTE ROSSE VA ALLA GUERRA   

Compagnia TEATRO ESTRAGONE

 

 

 

NORINA_3.jpg 

Motivazione

Vera, credibile, forte, delicata, intensa, ironica e struggente. Attrice di indubbia forza espressiva e comunicativa. Grazie all'utilizzo sapiente di corpo, voce, oggetti e spazio scenico, è riuscita ad evocare tutte le sfaccettature del testo, portando il pubblico ad un coinvolgimento emotivo totalizzante.

 

 

 

PREMIO MIGLIORE ATTRICE

ex aequo

MANUELA MAZZOLA

ORNELLA SANSALONE

Spettacolo 

QUESTA IMMENSA NOTTE

Compagnia GLI AMICI DI JACKY

 

 

Giacomo_Galvagno-9400.jpg 

Motivazione

Intense, naturali, perfettamente calate in ruoli difficili ed impegnativi. Interpretazione fluida ed in perfetta sintonia attoriale con tempi e ritmi adeguati.

 

 

FOLLE DARGENTO 18

la locandina
 

folle argento 18 pieghevole 6 facciate  212x299 esterno

il pieghevole(esterno)
folle argento 18 pieghevole 6 facciate  212x299 interno il pieghevole(interno)

 

 

 


 


 

 


 

 

 

 

Emozionanti.

FOLLE DAUTORE picc

 

Premio nazionale drammaturgia

 

folle d'autore "Aldo Nicolaj"

 

III edizione 2017 - Città di Fossano (CN)

 

ecco i vincitori

 

 

             1° classificato: UOMINI CON LA VALIGIA di Andrea MASIERO 

Motivazione:
Prendendoci per mano con il monologo del protagonista, il testo crea una dimensione poetica originale, toccando temi profondi senza appesantirsi ma mantenendo sempre un tono delicato. Colpisce l'invenzione della sala d'aspetto di quel treno che passa solo una volta, uno spazio immaginario che apre le porte a una riflessione personale. Colpisce anche il breve squarcio aperto dalle cinque voci registrate, apparentemente indipendenti dal contesto, ma che una dopo l'altra trovano un loro senso, intrecciandosi con la vita del protagonista e creando una trama più complessa, in cui il personaggio acquista una dimensione concreta e quotidiana che lo rende vicino a ognuno di noi.
Un testo originale, che mantiene una leggerezza che lo rende fruibile.

 

folle autore 17 I DIPLOMA motivazioni

 

 

       2° classificato: TRENTANOVE di Maria Angela RAINERI

 

Motivazione:

La frontiera tra i trentanove e i quaranta chili è quella che porta all'ospedalizzazione di un'anoressica, è una frontiera pericolosa, una minaccia con cui la protagonista deve confrontarsi. Il testo esplora i pensieri di una quattordicenne trasportandoci con delicatezza in un mondo cui difficilmente abbiamo l'accesso. Lacerata dalla separazione tra i genitori, che non riesce ad accettare, sembra essere lei quella che più di tutti ne fa le spese. Ma tutto questo fa parte del suo percorso di vita, di quel mosaico che dovrà ricomporre per dare un senso alle cose.
Un tema difficile, doloroso, sviluppato con un linguaggio personale che riesce a trasmettere emozioni e pensieri che si affollano nella testa e nel cuore di una ragazzina.

 

folle autore 17 II DIPLOMA motivazioni

 

3° classificato: LA RAGAZZA DELLO SWING di Fabrizio MEINI

Motivazione:
E' la musica, sono le canzoni degli anni quaranta, a far da filo conduttore ai ricordi di Rosa che, a distanza di molti anni torna nei luoghi dove è nata e dove ha amato la vita, torna nel “luogo dell'anima”.
Nel paese che l'ha vista ragazza, come in un'istantanea sottratta allo scorrere del tempo, mancano i volti delle persone semplici che l'hanno accompagnata, ma riaffiorano intatti i fatti drammatici degli anni dell'ultima guerra, insieme ai sentimenti, alle sensazioni, alle emozioni, al grande amore della gioventù.
Il monologo, coinvolgente, scorre grazie al ritmo di una scrittura vivace e spontanea, resa ancor più accattivante dalla parlata toscana.

 

folle autore 17 III DIPLOMA motivazioni

LOGO FOLLE DARTISTA 72 dpi

 

 la Giuria ha decretato le vincitrici del nostro

 

 

Premio nazionale locandine

 

folle d'artista "Pippo Ravera"

 

III edizione 2017 - Città di Fossano (CN) 

 

Ecco le le prime tre classificate, che riceveranno una targa.

 

 

Compagnia I CATTIVI DI CUORE di Imperia Spettacolo “CREDO IN UN SOLO DIO” 

 

 clicca-qui-rosso per visualizzare la locandina

folle artista 2017 I motivazioni bassa   folle artista 2017 1 - CREDO IN UN SOLO DIO Locandina

 

 

Compagnia TEATRO ARMATHAN di Verona  Spettacolo “REVOLUCION”

 

clicca-qui-rosso per visualizzare la locandina

folle artista 2017 II motivazioni bassa   folle artista 2017 2 - Locandina Revolucion bassa

 

 

Compagnia CALANDRA di Tuglie (LE) Spettacolo “ROMEO VS AMLETO”

 

clicca-qui-rosso per visualizzare la locandina

folle artista 2017 III motivazioni bassa   folle artista 2017 3 - Locandina amleto bassa

 

 

 

Questo invece l’elenco delle 20 locandine esposte durante la nostra cerimonia di premiazione di

 

Premio FOLLE D’ORO 2017 e Premio FOLLE D’AUTORE 2017

 

domenica 12 novembre 2017

a Fossano Teatro Battuti Bianchi

 

 

Nel RINGRAZIARE tutte le Compagnie che hanno aderito al nostro Premio, vi diamo appuntamento alla prossima edizione.

 

 

I CATTIVI DI CUORE

Imperia

CREDO IN UN SOLO DIO

TEATRO ARMATHAN

Verona

REVOLUCION

CALANDRA

Tuglie LE

ROMEO VS AMLETO

CALANDRA

Tuglie LE

L'ORLANDO FURIOSO

I POLICANDRI

S. Giuseppe Jato Pa

DRAMA

MATTATTORI

Buguggiate Va

FOOLS

AMICI DI JACHY

Genova

QUESTA IMMENSA NOTTE

SATIRO TEATRO

Paese TV

LA LOCOMOTIVA

COLLETTIVO TERZO TEATRO

Gorizia

EL TESORO DE FRANZ JOSEF

FIL.LAIVES

Laives Bz

LA TERRA PROMESSA 1939-OPZIONI

CIRCOLO LA ZONTA

Thiene Vi

MERCURIO

COMPAGNIA DEL DELFINO

Tivoli

ACSCENDENTE CANCRO

IL CASSETTO NEL SOGNO

Pomezia

L'ULTIMO VOLO

I PINGUINI

Firenze

LA CENA DEI CRETINI

I POLICANDRI

S. Giuseppe Jato Pa

LA LUPA

GATTO IN TASCA

Torino

BUIO

VILLAGGIOINDIPENDENTE

Settimo Torinese

LA LUCIDITA' DELLA BILANCIA

COSTELLAZIONE

Formia LT

CHOCOLAT

COMPAGNIA DEGLI EVASI

La Spezia

ACRE ODORE DI JIUTA

TESTRO CIVICO 9

Vado Ligure Sv

ANDY E NORMAN

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PREMIO FOLLE D'ORO "Giovanni Mellano" IXedizione 2017 - I VINCITORI


Premio MIGLIOR SPETTACOLO 2017

“LA GOVERNANTE”

La governante bassa

di Vitaliano Brancati  - regia Marcello Andria

COMPAGNIA DELL'ECLISSI di SALERNO

Motivazione:

Sotto l’apparenza iniziale, leggera ed ironica, lo spettacolo scopre progressivamente il dramma umano che si cela dietro tutti i personaggi vittime delle loro debolezze e contraddizioni. Gli attori hanno sempre mantenuto la caratterizzazione dei ruoli rendendoli veri e coinvolgendo emotivamente il pubblico nello sviluppo della vicenda.

 


Premio GRADIMENTO PUBBLICO

“LA STRANA STORIA DEL DR. JEKYLL & MR. HYDE”

alessandra corino  DR JEKYLL PICC

 

scritto e diretto da Benoit Roland e Roberto Zamengo  

Compagnia TEATROIMMAGINE di Salzano (VE)

 

VOTO: 9,39

 


Premio MIGLIOR ATTORE

Enzo TOTA nella parte di “Leopoldo” 

ENZO TOTA alessia lovato 1 Large

 

“LA GOVERNANTE”

di Vitaliano Brancati  - regia Marcello Andria 

COMPAGNIA DELL'ECLISSI di SALERNO

Motivazione:

Interpretazione di straordinaria naturalezza e coinvolgente espressività. L’attore ha saputo calarsi nel ruolo mettendone in luce gli aspetti contraddittori senza mai perdere la “linea interna” del personaggio.

 


Premio MIGLIOR ATTRICE

Chiara ROSSI nella parte di “HOLLY” 

 

alessandra corino CHIARA ROSSI bassa

 

“DIAMANTI A COLAZIONE” 

scritto e diretto da Nicola Donati

COMPAGNIA QAOS di Forlì

Motivazione:

Perfettamente calata nel ruolo ha caratterizzato il personaggio evidenziandone tutte le peculiarità e catalizzando l’attenzione del pubblico. L’attrice ha sostenuto con spontaneità una parte complessa dalle molteplici sfaccettature, alternando leggerezza e intensità.

 


Premio MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA

Davide MOLIGNONI nella parte di “O.J. BERMAN” 

alessandra corino ATTORE NON PROT

 

“DIAMANTI A COLAZIONE” 

scritto e diretto da Nicola Donati

COMPAGNIA QAOS di Forlì

Motivazione:

Interpretazione dinamica ed esilarante, che attraverso una credibile recitazione overstatement caratterizza un personaggio alla Groucho Marx di eccezionale efficacia.

 


Premio MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA

Annalaura MAURIELLO nella parte di “JANA” 

La governante ATTRICE NON P

 “LA GOVERNANTE”

di Vitaliano Brancati  - regia Marcello Andria

COMPAGNIA DELL'ECLISSI di SALERNO

Motivazione:

Nella pur breve presenza in scena, ha saputo rendere intenso, credibile, emozionante e coinvolgente il personaggio, vittima dei pregiudizi della società.

 


Premio MIGLIOR REGIA

Benoit ROLAND 

BENOIT ROLAND

  

“LA STRANA STORIA DEL DR. JEKYLL & MR. HYDE”

Motivazione:

Regia coraggiosa per aver rivisitato un testo classico con originalità narrativa, ritmo serrato ed incalzante, una messa in scena con la duplice e speculare ambientazione e la doppia interpretazione di ciascun attore resa efficacemente nel rispetto dei canoni della commedia dell’arte.

 


Premio MIGLIOR ALLESTIMENTO 

“ACRE ODORE DI JUTA”

alessandra corino ALLESTIM

 

di Marco Balma 

Compagnia degli EVASI di Castenuovo Magra - SP

Motivazione:

Lavoro corale in cui corpo, voce e colore, in un flusso incessante, tessono storie di donne coraggiose. Con pochi ed essenziali elementi ricreano efficacemente e animano spazi, tempi e ritmi di un opificio.

 


Premio MIGLIOR SPETTACOLO giuria giovani

“LA STRANA STORIA DEL DR. JEKYLL & MR. HYDE”

alessandra corino dr JEKYLL 

 

scritto e diretto da Benoit Roland e Roberto Zamengo

 

Compagnia TEATROIMMAGINE di Salzano (VE)

 

Motivazione:  

Stravagante ed eccentrico; spettacolo dalla drammaturgia innovativa che rielabora i temi del romanzo di R.L.Stevenson in chiave comica e grottesca attraverso la lente della commedia dell’arte. 
La compagine attoriale ha dimostrato una forte ed equilibrata sinergia interpretando magistralmente più ruoli e divertendo il pubblico dall’inizio alla fine della rappresentazione…
… o come direbbero i nostri ragazzi: UN BOTTO FIGO!

 


 

Premio MIGLIOR ATTORE giuria giovani  

Enzo TOTA nella parte di “Leopoldo” 

ENZO TOTA

 “LA GOVERNANTE”

di Vitaliano Brancati  - regia Marcello Andria

COMPAGNIA DELL'ECLISSI di SALERNO

Motivazione: 

Per aver dato vita in modo originale ed efficace al personaggio di Leopoldo Platania, interpretato con estrema naturalezza e pungente ironia mai offensiva.

 

 


Premio MIGLIOR ATTRICE giuria giovani 

Marianna ESPOSITO nella parte di “GOVERNANTE” 

La governante marianna

 “LA GOVERNANTE”

di Vitaliano Brancati  - regia Marcello Andria 

COMPAGNIA DELL'ECLISSI di SALERNO

Motivazione: 

Ha saputo trasmettere con maestria tutti gli stati emotivi del personaggio della Governante attraverso un’eccellente tecnica vocale e una presenza scenica di forte impatto.

 

 


Menzione speciale

Carolina SANI              Laura PASSALACQUA 

Sabrina BATTAGLINI    Francesca LOPRESTI

Mafalda GAROZZO             Vanessa LEONINI

 

alessandra corino ALLESTIM

Spettacolo “ACRE ODORE DI JUTA”

di Marco Balma

Compagnia degli EVASI di Castenuovo Magra – SP

Motivazione:

Per il grande lavoro di squadra che attrici e registe hanno svolto su un testo difficile con l'utilizzo di elementi scenografici essenziali, ma di grande potenza evocativa. In poco meno di 60 minuti, hanno catturato ed emozionato il pubblico ripercorrendo 60 anni di storia, con un risultato assolutamente efficace e convincente.

 

 

 

 

Pagina 1 di 10