LOGO FOLLE DARGENTO 72 dpi

PREMIO TEATRALE NAZIONALE FOLLE D’ARGENTO - Comune di Genola CN

VI edizione 2020

 

EDIZIONE SPECIALE dedicata al drammaturgo

ALDO NICOLAJ

in occasione del 100° anniversario dalla sua nascita

 

il BANDO

 

oltre la striscia LOCANDINA neutra

 
     SCHEDA SPETTACOLO          
OLTRE LA STRISCIA
di Fabio Pisano
regia: 
PINUCCIO BELLONE 
  DOWNLOAD  
 
LA LOCANDINA: SCARICA 
   con  
STEFANO SANDRONI - Rinan
LORENZO RAVERA - Akram

 

 Impianto scenotecnico 

CRISTINA VIGLIETTA

GIANFRANCO SAROTTO

 

 

 Assistente alla regia 

TERRY DELLA MONICA

 

 Link dello spettacolo

 

https://m.youtube.com/watch?v=xcNS6Y0h59g&feature=youtu.be

 

NOTE DI REGIA

“Sei colpevole soltanto d'essere innocente”, leggendo il testo di Fabio Pisano mi ha molto colpito questa frase. Cosa vuol dire essere colpevole d'innocenza? Vuol forse dire che l'unica colpa che hanno i due personaggi è quella di non avere colpe? Di essere semplici strumenti, a volte offensivi, di un qualcosa che loro non hanno potuto decidere e sul quale non sono riusciti ad intervenire? La storia, purtroppo, soprattutto quella recente, è piena di colpevoli d'innocenza, persone che, loro malgrado, non sono riuscite a star fuori dagli eventi o a rientrare perché andati “oltre la striscia”.

Preparare questo spettacolo con Stefano e Lorenzo è stato un privilegio per la loro bravura, la loro dedizione e la volontà con la quale hanno voluto prima capire e poi agire per rendere efficaci le figure dei due personaggi.

Gli effetti sonori che avrete modo di udire sono i veri e propri “rumori” dell'intifada quelli che, quasi quotidianamente, hanno modo di udire le persone che vivono “nella striscia” e che cercano un modo qualunque per uscirne, per andare “oltre” anche se sanno perfettamente che, una volta usciti, non sarà facile rientrare … perché “la striscia” è dentro ognuno di noi ed una volta subite le scelte fatte da altri non si può tornare indietro.

 

NOTE DELL'AUTORE

Akram e Rinan, due uomini. Akram è un medico rimasto in Palestina per poter curare la propria gente. Rinan, invece, sperando in una vita migliore, abbandona giovanissimo la sua terra d'origine per andare oltre la striscia di Gaza e raggiungere Israele.

Akram e Rinan, entrambi alla resa dei conti, rappresentano la verità e la paura, concetti così prossimi che possono addirittura fondersi e sovvertire ogni ordine.

“Oltre la striscia” è una guerra nella guerra, nella guerra.I due personaggi diventano man mano al contempo sequestrati e sequestratori, vittime e carnefici di scelte obbligate, in guerre obbligate.

Un percorso lungo un confronto nel quale entrambi saranno colpevoli e che li porterà a raggiungere la consapevolezza che… una volta finiti “Oltre la Striscia”, non si può più tornare indietro.

 

 

 

 

 

la locandina:

FOLLE_DORO_19_bassa.jpg

il calendario: 

calendario_eventi.jpg

 

 

il pieghevole (vedi link download riportato a fondo pagina):

pieghevole 420x150 422x152 esterno

pieghevole 420x150 422x152 interno

 

il libretto (vedi link download riportato a fondo pagina):

copertina.jpg

 

 

logo_folle_EUROPA_usare_rid.jpg

FESTIVAL FOLLE D'EUROPA "MIGRAZIONI"

I EDIZIONE 2019 – Città di Fossano (CN) 

 Migrazioni 2019 Locandina ok DEF curve

LOCANDINA:

clicca-qui-rosso 

IL LIBRETTO: 

clicca-qui-rosso

PAGINA DEDICATA:

clicca-qui-rosso

PROGETTO: 

clicca-qui-rosso

LO STAGE: 

clicca-qui-rosso

DOMANDA: 

clicca-qui-rosso

 
 GRAZIE_OK_usare.jpg  

 

Bando FOLLE D'ORO IX edizione 2017
 

FOLLE SI FA IN 4 ok

il FOLLE SI FA IN 4 folle oro

Scarica il BANDO del nostro

PREMIO TEATRALE NAZIONALE "FOLLE D'ORO"

Giovanni Mellano

Città di Fossano (CN) 

XI EDIZIONE 2019

clicca-qui-rosso

              Premio "FOLLE D'ARGENTO"                 

                   



 

 

      5^ EDIZIONE 2019 

          

      locandina

      la pagina dedicata


    4^ EDIZIONE 2018

    

     locandina

     la pagina dedicata

      3^ EDIZIONE 2017

        

       locandina

       la pagina dedicata

       


  

   2^ EDIZIONE 2016

   

   locandina

   la pagina dedicata

   1^ EDIZIONE 2015

    

     locandina

     la pagina dedicata


logo_folle_EUROPA_usare_rid.jpg

I EDIZIONE 2019

clicca-qui-rosso

 

 

  

Migrazioni 2019 Locandina ok DEF curve
 lidea.jpg lidea_scritta.jpg
 La Corte dei Folli, dopo aver partecipato con entusiasmo alle giornate di TRACCE 2018 ha maturato l’idea di mutuare lo stesso tipo di format e di ospitarlo nella città di Fossano dedicandolo espressamente al teatro giovanile under 35 italiano ed europeo e ponendo, come tema delle giornate, quello delle MIGRAZIONI.
 
 il_progetto_simbolo.jpg  il_progetto_scritta.jpgclicca-qui-rosso
 La Corte dei Folli intende organizzare, dal 9 al 14 Luglio 2019, una serie di giornate dedicate al teatro non professionistico riservando l’evento a 20 giovani attori U.I.L.T. under 35 anni in organico nelle Compagnie iscritte alla U.I.L.T. nell’anno 2019, con la possibilità di inserire, nel novero dei 20 partecipanti, la partecipazione di alcuni giovani attori provenienti da Compagnie residenti nel territorio della Comunità europea iscritte ad una delle Federazioni amatoriali europee. Durante queste giornate i giovani attori avranno possibilità di domicilio in Fossano all’interno della RESIDENZA CREATIVA gestita dalla Corte dei Folli e della strutture messe a disposizione della stessa.

I partecipanti alle giornate avranno la possibilità di frequentare corsi e incontri formativi, assistere a momenti di spettacolo, partecipare ad incontri a dibattiti a tema e preparare una performance che costituirà momento conclusivo dell’evento. Tutti gli appuntamenti in programma avranno, come filo conduttore, il tema delle MIGRAZIONI

 
TEMPI_E_LUOGHI.jpg   tempi_e_luoghi_testo.jpg

L’evento si svolgerà dal 9 al 14 Luglio 2019 nella città di Fossano con incontri, spettacoli e momenti formativi negli spazi della RESIDENZA CREATIVA:

Sala “Folli” – Piazza Dompè

Teatro dei Battuti Bianchi – Largo Bonardi

Sala Contrattazioni – Piazza Dompè

Sala Brut e Bon – Piazza Dompè

Spazio Zero Teatro – Piazza Dompè

Vie del centro storico urbano

 
OBIETTIVI.jpg obiettivi scritta

Creare rapporti di scambio culturale e di ospitalità con i giovani delle Compagnie aderenti a U.I.L.T. per consentire loro la possibilità di fare rete e confrontarsi sui vari aspetti del mondo teatrale avendo come tema centrale, per il 2019, quello delle MIGRAZIONI inteso come sviluppo di tematiche riguardanti i flussi migratori socio politici e culturali in abbinamento con le forme artistiche.

RETE TRA GIOVANI ATTORI - FORMAZIONE

Dare possibilità ai Giovani attori U.I.L.T. di condividere un percorso formativo “a tema” con la preparazione di una performance conclusiva al termine delle giornate di studio.

Sviluppare tra i partecipanti la possibilità di condividere il momento formativo e lo scambio di esperienze sul campo partecipando, inoltre, a momenti di crescita culturale con incontri a tema.

RETE TRA FORMATORI

Nell’ambito del progetto U.I.L.T. sul teatro educativo consentire ai soggetti che fanno formazione all’interno delle loro compagnie di poter condividere le loro esperienze all’interno di una giornata di scambio, conoscenza e confronto sulle tematiche della formazione teatrale rivolta agli iscritti.

Confronto con i Quadri nazionali U.I.L.T. sul percorso iniziato riguardante il Teatro Educativo.

CONOSCENZA DIRETTA GIOVANI / COMPAGNIE/ QUADRI NAZIONALI U.I.L.T

Fornire ai partecipanti la possibilità di un confronto diretto con i vertici nazionali della struttura U.I.L.T. per conoscerne la storia, il percorso artistico e le progettualità future

RETE CON IL TERRITORIO

Identificare la Città di Fossano come punto di riferimento nazionale per il Teatro non professionistico con particolare riferimento alla formazione dei giovani attori.

 

DESTINATARI destinatari scritta

 

  • giovani under 35 regolarmente iscritti a Compagnie aderenti alla U.I.L.T. nell’anno 2019
  • Compagnie europee non professionistiche con prevalenza di giovani under 35 in organico
  • Compagnie italiane non professionistiche con prevalenza di giovani under 35 in organico
  • Pubblico teatrale della città di Fossano CON PARTICOLARE RIGUARDO AL PUBBLICO UNDER 35.

 

PARTNERSHIP partnership scritta

 

  • Amministrazione comunale di Fossano
  • MIBAC – REGIONE PIEMONTE – PROVINCIA DI CUNEO
  • Fondazione C.R. Fossano
  • U.I.L.T. Unione Italiana Libero Teatro - Centro Studi UILT Nazionale
  • A.G.I.T.A. (Associazione per la promozione e la ricerca della cultura teatrale nella scuola e nel sociale. Agenzia formativa riconosciuta dal Miur)
  • U.I.L.T. Regione Piemonte - Centro Studi UILT Regione Piemonte
  • Trafec Teatre - Federazioni Europee del Teatro non professionistico
  • Hostello Federico Sacco – DAMA HOTEL - Fossano
  • Libera - Amnesty International
  • Fondazione Nuto Revelli – Ass. “Noi con voi” ONLUS
  • Comunità straniere residenti in Fossano – Associazioni giovanili del territorio
  • Pro Loco Fossano – Gestore COOP. sala contrattazioni
  • LA FEDELTA’ – LA STAMPA – TARGATOCN – PROGETTO HAR

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LOGO FOLLE DARGENTO 72 dpi

 

PREMIO TEATRALE NAZIONALE FOLLE D’ARGENTO - Comune di Genola CN

V edizione 2019

 

 

 

   

PREMIO MIGLIOR SPETTACOLO

FOLLE D’ARGENTO 2019

Spettacolo 

7 MINUTI

di Stefano Massini   

regia Paolo Pignero

Compagnia GLI AMICI DI JACKY

 4.jpg

Motivazione

La regia ha sapientemente valorizzato l’intero cast messo alla prova da un testo impegnativo. Scenografia e luci essenziali hanno dato risalto all’interpretazione delle attrici che, con ritmo incalzante e naturalezza nella recitazione, hanno reso credibile il lavoro, trasmettendo chiaramente il messaggio sociale.

 

   

PREMIO GIURIA GIOVANI UNDER 25

Spettacolo 

7 MINUTI

di Stefano Massini   

regia Paolo Pignero

Compagnia GLI AMICI DI JACKY

 3.jpg

Motivazione

Undici donne che riempiono il palco, riuscendo comunque ad evidenziare la personalità del singolo quando questa va ascoltata e riconosciuta. Ogni ragazza è totalmente immersa nel personaggio, accento compreso. L’armonia viene rispettata in ogni istante nelle disposizioni, negli schieramenti e nella discussione. C’è equilibrio e nessuna delle undici protagoniste viene messa in ombra.

Il tema è forte, femminista e sociale, e la discussione continua. La domanda è esplicita e ci obbliga a rispondere. Lo facciamo spontaneamente in modo più cosciente, dopo un’ora di discussione monotematica che ci tiene sull’attenti fino al finale scenografico e stimolante.

 

RIFLESSIONI DELLA GIURIA GIOVANI

Anche quest’anno le discussioni tra noi giovani giuristi non sono mancate.

Ogni spettacolo si è rivelato accattivante e piacevole.

“Quando il gatto non c’è” ci ha fatto ridere, ci ha regalato una serata spensierata davanti ad un quadro ben studiato. Una scenografia impeccabile ci ha immerso totalmente in casa di George, un attore che ci ha estasiato fin dal primo momento.

“Rossana parla con Dio” ci ha rapiti. I protagonisti, bravissimi, ci hanno portato in un mondo parallelo isolandoci da quello in cui eravamo prima di entrare in teatro. La storia ci ha preso, come fanno tutte le storie d’amore. Ma questa non era quella classica e scontata, a partire dal titolo. Tutto ci ha stregato e nella serata non è mai calata l’attenzione.

“Anime” ci ha scombussolato. Tra di noi c’era chi si è portato a casa grandi insegnamenti e chi ancora una settimana dopo si chiedeva cosa fosse successo in quella serata. La regista, per lo più sul palco, ha fatto un lavoro straordinario. Gli attori, trasformandosi molte volte, hanno raggiunto impersonificazioni lodevoli, e ne abbiamo colto l’impegno e la bravura. Ne è sicuramente uscita una serata divertente e intrigante.

“7 minuti” ci ha messi d’accordo. Da questo il nostro giudizio. Il nostro primo pensiero è stato GIRL POWER! Il tema è attuale, e vedere 11 donne lottare e discutere sui diritti dei lavoratori ci ha definito il femminismo attuale. Lottare per i diritti e le opportunità che ogni uomo e donna hanno su questa terra, senza chiedere nulla di più di ciò che ad un umano deve essere concesso. Grazie infinite per la serata e il messaggio che ci avete passato cari amici di Jachy.

   

PREMIO PUBBLICO

Spettacolo 

7 MINUTI

di Stefano Massini   

regia Paolo Pignero

Compagnia GLI AMICI DI JACKY

 

 

Voto 9,36

 

 2.jpg
   

PREMIO MIGLIORE ATTRICE

alle 11 ATTRICI

dello Spettacolo 

7 MINUTI

di Stefano Massini   

regia Paolo Pignero

Compagnia GLI AMICI DI JACKY

 

 LFR_0184.jpg

Motivazione

La giuria ha deciso in modo unanime di premiare “un solo respiro” perché tale è il risultato della bellissima interpretazione delle undici attrici che hanno regalato al pubblico del folle d’argento un  lavoro di squadra impeccabile, preciso e credibile. Una particolare menzione va a Federica Menini, per la parte di Blanche, che ha saputo reggere magnificamente una parte difficile, impegnativa e di spessore. Volendo mantenere l’ambientazione geografica del testo: Chapeau!  

 

 

 

 

 PREMIO MIGLIORE ATTORE

Federico Finocchiaro

Spettacolo

QUANDO IL GATTO NON C’E’

Compagnia RAMAIOLO IN SCENA 

 

GEORGE_2.jpg 

Motivazione

Non è così scontato far rendere in scena. L’attore, con un’interpretazione sempre in linea con il testo, ha reso  perfettamente la caratterizzazione del proprio personaggio, nel rispetto dei tempi comici e nella costruzione dei controscena. Con la mimica, la voce, i movimenti ed una presenza fresca e brillante ha catturato il pubblico strappando molte risate anche, cosa non facile, durante i silenzi.

 

 

   
 

 PREMIO HAR MIGLIOR RESA FOTOGRAFICA

Scatto di SERGIO FEA

Spettacolo

ANIME

Compagnia KULTROSES 659 - Prato

 

folle_argento_19_foto_picc.jpg

Motivazione

Lo scatto riesce a cogliere in un istante l'espressività e lo sguardo degli attori che porta l'osservatore oltre la scena, congelando l'attesa. I corpi dei protagonisti fusi insieme in un intreccio vengono ritratti in una scena senza luogo, confondendo realtà e finzione scenica.

 

   

 

FOLLE_DARGENTO_19_bassa.jpg

la locandina

http://www.lacortedeifolli.org/images/FOLLE_DARGENTO_19_bassa.jpg

folle argento 19 pieghevole A 3

il pieghevole

http://www.lacortedeifolli.org/images/folle_argento_19_pieghevole_A_3.jpg

 

1° classificato

EVA GAUDENZI

Parto

Insolita e divertente la chiave scelta per il monologo, che con ironia e tenerezza ci scaraventa in un inaspettato percorso a mosca cieca, innescato dal desiderio di avere un bambino e che si concluderà con l’agognato parto. Grazie al sottile filo dell’autoderisione, la scrittura vivace rivela luci e ombre delle nostre vicende quotidiane, proponendoci una prospettiva inaspettata che le rende ancora più umane.

2° classificato

FEDERICA CLEMENTI

Un gioco sottile

Seguendo la vicenda da due punti di vista diversi, il testo ci guida per mano dei protagonisti attraverso la nascita e la morte di una relazione a senso unico, penalizzata da limiti che nessuno dei due è in grado di superare. Inevitabilmente il loro incontro finirà per renderli entrambi ancora più soli di quanto non fossero prima di conoscersi. Efficace la scelta drammaturgica, improntata alla solitudine che loro malgrado li accomuna.

3° classificato

MARCO DE SIMONE

Non è mai successo

Il dialogo in punta di fioretto tra i due protagonisti è incalzante, entrambi si ritroveranno con le spalle al muro, senza vincitore né vinto. Le illusioni e le false verità che sostenevano i rapporti di coppia di entrambi si sgretolano, lasciandoli sgomenti e disorientati. Il testo si destreggia con agilità nel sottobosco delle relazioni umane, mettendo a nudo ipocrisie e autoinganni. 

INTRAPPOLATA_bassa.jpg

1° CLASSIFICATA

Intrappolata

Autrice: VALENTINA MUCCI

Compagnia: TEATRANTI QUANTO BASTA di Calci - PI

L’originalità sta proprio nell’aver copiato le vecchie locandine cinematografiche simulando anche le tecniche di stampa e lo stile illustrato. Grande impatto visivo, maniacale cura tipografica e distribuzione degli spazi, oltre alla cura cromatica che bilancia colori caldi per il personaggio femminile e colori freddi per quello maschile dando al “lettore” un meta-messaggio che colpisce direttamente il subconscio. Impeccabile.

ROMEO_E_GIULIETTA_bassa.jpg

2° CLASSIFICATA

Romeo e Giulietta

Autrici: EMANUELA CASTALDI

Compagnia: TEATRO FINESTRA di Aprilia - LT

La locandina divide la comunicazione visuale in due livelli: un sopra e un sotto.

Le figure astratte stanno a rappresentare: sotto, la malvagità e le avversità di questa coppia che sintetizzano, in alto,  la loro vittoria con la passione, l’amore e il bacio. La scelta delle forme e i dettagli tra il sopra e il sotto sottolineano il messaggio dando all’insieme un forte impatto complessivo senza cadere nel banale.

 COSI_E_SE_VI_PARE_bassa.jpg

3° CLASSIFICATA

Così è se vi pare 

Autrice: EMY GUERRA

Compagnia: ARMATHAN - Verona

Semplicità e carica comunicativa fortissima per questo classico di Pirandello. Tutta la grafica “flat”, accompagnata da un grande lavoro grafico e cromatico per lo sfondo, lasciano comunque spazio per le informazioni necessarie senza disturbare in alcun modo il messaggio principale.

Locandina di un indiscusso “pugno nell’occhio” per i “lettori”.

 

A SEGUIRE LE PRIME 24 LOCANDINE PREMIATE

Compagnia dell'Anello Forlì (Fc) TUTTO SBAGLIATO Luciano Baldan
Calandra  Tuglie EDIPO RE  
In scena veritas Pavia FUTBOL  
Gli Amici di Jacky Genova  7 MINUTI  
La Bottega degli Specchi San Maurizio d'Opaglio (No) L'UOMO DELLA MANCHA Samantha Girotto
I Pinguini Firenze IL SUICIDA Antonella Pieraccini
Ombre dietro il sipario Torino FENICIA Giorgia Guglielmi
Amici Nostri Castellana Grotte TRE SULL'ALTALENA  
TEATRO MIO Vico Equense PENSACI GIACOMINI  
Compagnia Live   QUATT'MANC'TRE  
amici del teatro di PIANIGA Pianiga (Ve) PAGAMENTO ALLA CONSEGNA Arcavio Agostini
Ronzinante Merate TRE GIORNI A BESLAN Elena Mosca
Teatro Prosa Saluzzo Saluzzo (Cn) HOTEL DEL LIBERO SCAMBIO  
Compagnia Live Mercato San Severino VIVALDI Michela Ventre
I Giardini dell'Arte Firenze IL DUBBIO Golnar Gorgin
Mai Sentiti Milano LA PARTE DI CYRANO Virginia di Pietro
La Moscheta Colognola Ai Colli BEN HUR Morena Avogaro
Teatro di Sabbia Lonigo IL BUGIARDO  
Dietro le Quinte Milazzo NON SONO UN GICOLO' Andrea Gitto
Dietro le Quinte Milazzo TESORO NON E' COME CREDI Andrea Gitto
Arte Fatto Teatro Verona CUORE DI STREGA  
Pagina 1 di 15