dolly locand 72 DPI

 
     SCHEDA SPETTACOLO          
L'IMPAREGGIABILE DOLLY
adattamento di Giovanni Mellano da 
«La sensale di matrimoni» di T. Wilder e da
“Hello Dolly” di M.Stewart e J. Herman
regia: Pinuccio BELLONE e Giovanni MELLANO
personaggi ed interpreti (vedi sotto)
scenografie: L’officina dello Spettacolo
                   Francesco FASSONE e Marco BURGER 

Aiuto regia: Mariella GRIFFA

Datore Audio: Federico CHIAVASSA
Coreografie: Marcelo AULICIO
Musiche: ISTITUTO MUSICALE BARAVALLE
Direzione musicale: Lino GRASSO
Riprese video: Annalisa LONGO
Editing musica: Enea TONETTI
Tecnico luci: Gino MASSANO

 

  DOWNLOAD  
 
LA LOCANDINA:  SCARICA
IL PIEGHEVOLE: esterno SCARICA
                            esterno SCARICA

 

SIGLA FINALE IL VIDEO:  VISUALIZZA

SIGLA FINALE IL VIDEO: VISUALIZZA

 

IL TRAILER DELLO SPETTACOLO:  VISUALIZZA

 LA STORIA

La piccola cittadina di Yonkers e la metropoli di New York fanno da sfondo alle vicende del nostro spettacolo.
Dolly Levy, infaticabile e vulcanica “mediatrice d'affari”, sempre pronta a risolvere i problemi dei suoi assistiti, ha l'incarico di trovare la moglie ideale al vedovo, ricco e scorbutico commerciante Orazio Vandergelder. Riuscirà nel suo intento o per la prima volta dovrà diventare cliente di se stessa e soddisfare le sue esigenze ancor prima di quelle di Orazio? Per far questo dovrà necessariamente intrecciare le vicende degli altri protagonisti della storia in un'incalzante sequenza di situazioni divertenti e paradossali.
Questo nostro lavoro trae ispirazione dalla commedia “The Matchmaker” di T. Wilder e dalla sua rielaborazione nel famosissimo musical “Hello Dolly” interpretato da Barbra Streisand e Walter Matthau.

 

 LO STAFF: 

Costumi: Aurelia e Umberto Mandarino
Acconciature: Marisa e Carla Tavella
Trucchi: Paola Lamberti “L’ESTETICA”
Back stage: Livia Giaccardo e Nuccia Trinchero Grasso
Accoglienza in sala: Valeria Sacchetto - Cristina Gastaldi
Sonia Gambone - Jorgelina Bernardi - Serena Ferrero
Noemi Tonello - Noemi Malenchino - Dalila Di Giacomo


Rammentatore: Domenico Alberto


 

 PERSONAGGI E INTERPRETI (ordine di apparizione) 

DOLLY LEVY                               Cristina Viglietta      
ORAZIO VANDERGELDER          Pinuccio Bellone   
ERMENGARDA VANDERGELDER     Annalisa Delpiano   
AMBROGIO KEMPER                 Paolo Reynaudo   
JOE SCALON                              Tista Giaccardi   
MALACHI STACK                       Mario Grasso   
CORNELIO HACKL                     Walter Lamberti    
BARNABA TUCKER                   Giacomo Chiaramello   
IRENE MOLLOY                         Agnese Fissore   
MINNIE FAY                              Giulia Giaccardi   
ROSE / ERNESTINA FACILE     Lidia Ravera   
RUDOLPH REISENWEBER      Giancarlo Gazzera

 E CON: 

Antonella Gosmar - Bobo Bossolasco - Cinzia Perrotta 
Elena Longo - Enzo Tassone - Giorgio Firinu
Giovanni Oggero - Lino Grasso - Mario Giorno
Matteo Basta - Peio Longo - Rossella Ravera 
Sergio Bossolasco -  Simona Grasso - Stefania Polla Mattiot

 

 CORO: 

Adriano Ariaudo - Annalisa Longo - Antonella Gosmar
Bobo Bossolasco - Cinzia Perrotta - Cristina Viglietta
Elena Longo - Enzo Tassone - Franco Giaccardi
Giancarlo Gazzera - Giorgio Firinu - Giovanni Oggero
Giulia Giaccardi - Lino Grasso -  Livia Giaccardo
Marcello Borgogno - Peio Longo - Pippo Forneris
Riccardo Duca - Sergio Bossolasco
Simona Grasso - Stefania Polla Mattiot

 L'ORCHESTRA: 

Trombe: Gianluigi Petrarulo - Enrica Gaudi

Sax: Enea Tonetti - Ippolito Alessandro - Beata Alessandro

Tromboni: Gianpiero Brignone - Massimo Castagnino

Tastiere, programmazione e arrangiamenti: Paolo Gambino

 

 

 

 

 

 

 

 
     SCHEDA SPETTACOLO          
QUEL SIGNORE CHE VENNE  A PRANZO
di George Kaufmann & Moss Hart
regia: Giovanni MELLANO e Pinuccio BELLONE
scenografia:
Michele TAVELLA
  DOWNLOAD  
LA LOCANDINA: SCARICA

 

 LA STORIA  

E', nella sostanza, la caricatura feroce e clamorosa di un famoso divo della radio americana degli anni '30: il barbuto Monthy Woolley, giornalista e scrittore dallo spirito diabolicamente caustico, amico-nemico di tutte le celebrità del tempo, temuto e riverito nel mondo del cinema e del teatro. La commedia ne fa un ritratto perfetto nel personaggio di SHERIDAN WHITESIDE il quale, durante un giro di conferenze ed a seguito di un banale infortunio, è costretto a passare alcune settimane su di una sedia a rotelle in una cittadina dell'Ohio, Mesalia, in casa dei Signori Ghita ed Ernesto Stanley, dove era stato invitato a pranzo. Questa sua degenza forzata riesce ad esasperare il suo comportamento bizzoso ed esigente ma anche a rendere parecchio difficile la vita tranquilla dei suoi ospiti.

THE MAN WHO CAME TO DINNER, questo il titolo originale, fu scritta nel 1939 da George Simon Kaufmann e Moss Hart, e dopo la “prima” a Broadway, al Music Box Theater, del 16 Ottobre di quell'anno, ebbe ben 739 repliche. Nella versione cinematografica del 1941, lo stesso Monthy Woolley ebbe lo spirito di prestarsi a prendere per il bavero se stesso, interpretando proprio il ruolo del bisbetico Sheridan Whiteside, cioè di Monthy Woolley, con al fianco le splendide Bette Davis ed Ann Sheridan e con il grande Jimmy Durante nel ruolo di Banjo. 

Sono oltre cinquecento le compagnie teatrali che fino ad oggi hanno messo in scena questa commedia. In Italia fu rappresentata, con il titolo “Quel signore che venne a pranzo”, dagli indimenticabili Gino Cervi ed Andreina Pagnani (anni '50) e successivamente (anni '90) dalla compagnia di Oreste Lionello. Grazie allo strepitoso successo ancora ottenuto nei teatri d'America, in questi ultimi quattro anni, dall'interpretazione di Nathan Lane e Jean Smart, nel Gennaio 2005 inizieranno, ad Hollywood, le riprese del nuovo “remake” cinematografico. 

Quel signore che venne a pranzo è una fioritura esuberante di situazioni imprevedibili, di fantasie esagitate, quasi farsesche, degne di quel pieno abbandono con cui sanno ridere gli americani. Ma è anche il “revival”, a sorpresa, di un mondo ancora felice e di personaggi che hanno costruito la storia di circa mezzo secolo di cinema (Samuel Goldwin, Joan Crawford, Greta Garbo, Marlene Dietrich), di teatro d'opera (Arturo Toscanini e Tito Schipa), di letteratura (Herbert G. Wells e Sommerset Maugham), di politica (Anthony Eden, il Mahatma Gandhi ed Hailè Selassiè), del Jazz degli anni d'oro (su alcuni dei motivi resi famosi da Ella Fitzgerald e da Louis Armstrong, vengono cantate parti del dialogo originale e costruiti altri inserti musicali). Tanti i personaggi in scena (una trentina) ma tantissimi i personaggi in vario modo evocati: comparse invisibili ma tutte presenti più che mai durante lo scorrere incalzante, sorprendente, comico ed a volte grottesco di questa curiosa, straordinaria commedia.

 

 

8 d locandina fossano 28-4-08

 
     SCHEDA SPETTACOLO          
OTTO DONNE
di Robert THOMAS
regia: Pinuccio BELLONE
personaggi ed interpreti:

Mamy............Antonella GOSMAR
Chanel...........Lidia RAVERA
Louise............Mara CALVO

                 Barbara MORRA
Suzon............Giulia ARCIDIACONO
Gaby..............Livia GIACCARDO

                     Ornella GIACOSA
Augustine.......Cristina VIGLIETTA
Catherine.......Giulia GIACCARDI
Pierrette........Agnese FISSORE

 
  DOWNLOAD  
 
LA LOCANDINA: SCARICA

 

 

 LA  TRAMA 

E' inverno e in un'isolata casa della campagna francese il quieto vivere e la composta armonia di una famiglia, a ridosso delle festività natalizie, vengono travolti da uno sconcertante delitto. Il capofamiglia, MARCEL, viene assassinato. Chi è la colpevole tra le otto donne di casa?...MAMY, la suocera dal passato misterioso o GABY, la moglie, odiosamente borghese?... PIERRETTE, la sensualmente ambigua sorella del morto o AUGUSTINE, la cognata zitella, acida ed insoddisfatta?... CATHERINE la figlia più giovane, impenitente e dispettosa o SUZANNE, la figlia maggiore dall'apparenza candida ed ingenua?... LOUISE, la nuova cameriera, fascinosamente perversa o CHANEL, la governante depositaria dei segreti di famiglia?

L'assassino le ha isolate…chi dice la verità e chi mente?...Il cerchio si chiude poco a poco tra emozioni, sospetti e colpi di scena per una commedia vivace, arguta ed intrisa di enigmi…dove tutto non è assolutamente ciò che sembra in realtà!

 

 L’AMBIENTE 

Costumi vivaci per un ambiente “noir”, tetro quanto basta, con gli armadi a simboleggiare i contenitori delle paure delle protagoniste, veri scheletri inconfessabili, almeno apertamente, quando tutto procede bene. La loro casa è una gabbia per la loro personalità ed una lancia appuntita trafigge la porta del rifugio dell'unico maschio presente…come un presagio...volto a cambiare per sempre la loro esistenza.

 

 NOTE DI REGIA 

Una commedia, un giallo, un omicidio, un viaggio nell'universo femminile e nelle sue mille sfaccettature tra paradossi, vendette, lacrime e confessioni inconfessabili, un confronto tra un maschio invisibile, ma sempre presente e la personalità sconvolgente delle otto protagoniste. Si sono misurate con questo le otto donne della Corte dei Folli e durante i lunghi mesi di prove hanno affrontato le loro paure, le mie ire, le pagine di un copione difficile da realizzare, ma hanno saputo toccare, con bravura e tenacia, la vasta gamma di sfumature e di caratteri che possiede “l'altra metà del cielo”…qualcosa di tremendamente difficile da comprendere per noi uomini. Ciò che vedrete stasera…riso e pianto, sospetti ed amicizia, attacchi d'ira e di cuore, follia e raziocinio, malignità ed amore, malizia ed inganno…deve farci capire che nessuno di noi può essere “ingabbiato in un carattere”…perché siamo diversi nel bene e nel male…e quando qualcosa ci accade, qualcosa di strano o inaspettato, magari un omicidio, quel che si ha nell'animo è giusto gridarlo, urlare il proprio credo, cantare la propria personalità. Queste “mie” splendide otto “assassine” lo hanno fatto in modo superbo e per me è stato un privilegio dirigerle.

 

 

 

 11-04-15 INRI roreto
     SCHEDA SPETTACOLO          
INRI ... in verità vi dico
le ultime ore di Gesù di Nazareth liberamente tratte dai Santi Vangeli
adattamento e regia: Pinuccio BELLONE
  DOWNLOAD  
LA LOCANDINA: SCARICA
IL PIEGHEVOLE: SCARICA
IL TRAILER:  SCARICA

 


 INRI  ...IN VERITA’ VI DICO... 

Iesus Nazarenus Rex IudaeorumUna semplice scritta, incisa sopra un pezzo di legno inchiodato ad una croce, ci ha dato lo spunto per presentare, in forma insolita, le vicende delle ultime ore terrene del Cristo. Abbiamo voluto dar voce anche a chi, nei quattro Vangeli, voce non ha. Per comprendere, noi per primi, quali potessero essere i sentimenti di chi visse, ai margini del racconto evangelico, ma con presenza viva ed importante, questa storia immortale.

Il demonio che guida i pensieri di Giuda, di Caifa e di Ponzio Pilato, il velo della Veronica, il sogno di Claudia, il dolore di Simon Pietro, la rabbia di Giovanni e le certezze di Maria di Magdala fanno da contorno alle vicende narrate dai quattro Evangelisti ed allo splendido ed intenso lamento antico, ai piedi della croce, di una madre piena di angoscia e di pena nel “Compianto della Madonna” di Jacopone da Todi.

Il tutto supportato da musiche idonee, da una scenografia scarna e da appropriati “vestiti” di scena… per non disturbare l'atmosfera di queste vicende, di questo mistero che da due millenni affascina il genere umano.

Qui troverete la descrizione dei nostri spettacoli con le loro rispettive fotografie in scena...

 
direttivo 2017   
 
 
 
 
 
Pagina 20 di 20